La funzione "ostativa" della rieducazione