Gli archivi del Moderno costituiscono una preziosa fonte per indagare non solo l’evoluzione con cui il linguaggio grafico ha accompagnato e raccontato il progetto di architettura in un particolare momento della sua storia, ma, specie se riferiti all’orizzonte delle opere non realizzate, rappresentano anche uno straordinario strumento di lettura di quelle potenzialità, talvolta inespresse o di quelle utopie urbane che hanno segnato l’evoluzione del pensiero sulla città del XX secolo. Testimonianza preziosa in tal senso, è data dai disegni custoditi nell’Archivio privato di Frediano Frediani, che raccontano l’utopia urbana di una Napoli inedita, estremamente d’avanguardia e allo stesso tempo, profondamente radicata nella sua identità territoriale. Nel copioso materiale d’archivio qui si intende indagare su alcune architetture non realizzate di Frediani, in cui l’autore propone soluzioni sul waterfront che raccontano del rapporto del capoluogo campano con il mare, e che si inseriscono in un tratto di costa centrale nelle dinamiche urbane quotidiane.

Modern archives are a precious source for investigating not only the evolution with which the language of drawing has accompanied and narrated the architectural project at a particular moment in its history, but, especially when referred to the horizon of unbuilt works, they also represent an extraordinary tool for interpreting the sometimes unexpressed potential or urban utopias that marked the evolution of thought on the city in the 20th century. Valuable evidence of this is provided by the drawings kept in Frediano Fredia-ni’s private archive, which tell of the urban utopia of an unprecedented Naples, extremely avant-garde and at the same time deeply rooted in its territorial identity. In the abundant archive material, the aim is to investigate some of Frediani's unrealised architectures, in which the author proposes waterfront solutions that tell of the relationship of the Campania capital with the sea, and which are inserted along a stretch of coastline central to everyday urban dynamics

Napoli: progetti sul waterfront tra le due guerre. Visioni di architettura e pensiero sulla città nei disegni dell’Archivio Privato Frediano Frediani

a. cirafici
;
a. Palmieri
2022

Abstract

Modern archives are a precious source for investigating not only the evolution with which the language of drawing has accompanied and narrated the architectural project at a particular moment in its history, but, especially when referred to the horizon of unbuilt works, they also represent an extraordinary tool for interpreting the sometimes unexpressed potential or urban utopias that marked the evolution of thought on the city in the 20th century. Valuable evidence of this is provided by the drawings kept in Frediano Fredia-ni’s private archive, which tell of the urban utopia of an unprecedented Naples, extremely avant-garde and at the same time deeply rooted in its territorial identity. In the abundant archive material, the aim is to investigate some of Frediani's unrealised architectures, in which the author proposes waterfront solutions that tell of the relationship of the Campania capital with the sea, and which are inserted along a stretch of coastline central to everyday urban dynamics
Gli archivi del Moderno costituiscono una preziosa fonte per indagare non solo l’evoluzione con cui il linguaggio grafico ha accompagnato e raccontato il progetto di architettura in un particolare momento della sua storia, ma, specie se riferiti all’orizzonte delle opere non realizzate, rappresentano anche uno straordinario strumento di lettura di quelle potenzialità, talvolta inespresse o di quelle utopie urbane che hanno segnato l’evoluzione del pensiero sulla città del XX secolo. Testimonianza preziosa in tal senso, è data dai disegni custoditi nell’Archivio privato di Frediano Frediani, che raccontano l’utopia urbana di una Napoli inedita, estremamente d’avanguardia e allo stesso tempo, profondamente radicata nella sua identità territoriale. Nel copioso materiale d’archivio qui si intende indagare su alcune architetture non realizzate di Frediani, in cui l’autore propone soluzioni sul waterfront che raccontano del rapporto del capoluogo campano con il mare, e che si inseriscono in un tratto di costa centrale nelle dinamiche urbane quotidiane.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11591/487089
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact