Partendo da una disamina del principio del primato del diritto dell’Unione europea, come frutto dell’interpretazione consolidata della Corte di giustizia nell’ambito di costruttivi logoi tra Corti nazionali e Corte di Lussemburgo, che hanno forgiato e messo a fuoco i rapporti tra ordinamenti, il contributo si sofferma sull’azione in atto di “neutralizzazione” e “negazione” di tale pilastro dell’ordinamento UE ad opera di tre Alte Corti: la Corte suprema ungherese e le Corti costituzionali polacca e rumena, come portato di una crisi più ampia di arretramento generalizzato nel rispetto dei principi dello Stato di diritto.

Moving from an examination of the principle of the primacy of the European Union law, as a result of the settled case law of the Court of Justice of the European Union in the framework of the constructive logoi with national courts, the present paper focuses on the ongoing action of “neutralization” and “denial” of this pillar of the European legal system by three High Courts: the Hungarian Supreme Court and the Polish and Romanian Constitutional Courts, in the context of a wider crisis, that is the rule of law backsliding.

Il primato del diritto dell’Unione europea nei dissoi logoi tra la Corte di giustizia e le Alte Corti ungherese, polacca e rumena. Questioni sullo Stato di diritto

Angela Festa
2022

Abstract

Moving from an examination of the principle of the primacy of the European Union law, as a result of the settled case law of the Court of Justice of the European Union in the framework of the constructive logoi with national courts, the present paper focuses on the ongoing action of “neutralization” and “denial” of this pillar of the European legal system by three High Courts: the Hungarian Supreme Court and the Polish and Romanian Constitutional Courts, in the context of a wider crisis, that is the rule of law backsliding.
Partendo da una disamina del principio del primato del diritto dell’Unione europea, come frutto dell’interpretazione consolidata della Corte di giustizia nell’ambito di costruttivi logoi tra Corti nazionali e Corte di Lussemburgo, che hanno forgiato e messo a fuoco i rapporti tra ordinamenti, il contributo si sofferma sull’azione in atto di “neutralizzazione” e “negazione” di tale pilastro dell’ordinamento UE ad opera di tre Alte Corti: la Corte suprema ungherese e le Corti costituzionali polacca e rumena, come portato di una crisi più ampia di arretramento generalizzato nel rispetto dei principi dello Stato di diritto.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11591/478235
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact