Il presente contributo intende svolgere una riflessione sugli effetti della cessione del credito nei confronti del debitore che abbia serbato silenzio dopo la notifica prevista dall’art. 1264 c.c. Ricondotto lo schema negoziale della cessione ai negozi avente struttura bilaterale (e solo eventualmente trilaterale) e ridimensionata la portata dell’accettazione e della notifica come atti idonei a determinare esclusivamente l’esatto adempimento del debitore ceduto, si esclude che il contegno omissivo integri un riconoscimento del debito ai sensi dell’art. 1988 c.c.

La rilevanza del silenzio del debitore nella cessione del credito

Mario Passaretta
2022

Abstract

Il presente contributo intende svolgere una riflessione sugli effetti della cessione del credito nei confronti del debitore che abbia serbato silenzio dopo la notifica prevista dall’art. 1264 c.c. Ricondotto lo schema negoziale della cessione ai negozi avente struttura bilaterale (e solo eventualmente trilaterale) e ridimensionata la portata dell’accettazione e della notifica come atti idonei a determinare esclusivamente l’esatto adempimento del debitore ceduto, si esclude che il contegno omissivo integri un riconoscimento del debito ai sensi dell’art. 1988 c.c.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11591/475888
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact