Negli ultimi decenni si è assistito ad un aumento della longevità nonché ad un accresciuto interesse per la gestione delle imprese familiari dopo la morte del proprietario costitutivo. Di conseguenza, sia il legislatore europeo che quello nazionale si sono concentrati sul consentire la successione intergenerazionale delle imprese familiari. Mentre il legislatore europeo ha stimolato questo approccio attraverso la Raccomandazione della Commissione del 7 dicembre 1994 sulla successione nelle piccole e medie imprese (Rec. 94/1069/CE), il legislatore italiano ha introdotto nel 2006 la disciplina sul patto di famiglia. Il legislatore albanese non ha previsto invece nessuna eccezione alla nullità dei patti successori. Il presente contributo non si propone di fornire un'analisi esaustiva delle varie forme di successione delle imprese familiari in questi due Stati, bensì adopera un confronto giuridico e uno studio giurisprudenziale per indagare l'impatto del diritto europeo sulla legislazione nazionale concentrandosi esclusivamente sull'applicazione della prospettiva del diritto internazionale privato europeo. Questo saggio scientifico evidenzia i diversi approcci tra questi due paesi sottolineando il fatto che l'Italia ha armonizzato la propria legislazione con la Rec. 94/1069/CE, oltre ad avere ratificato la Convenzione relativa alla legge applicabile ai trust ed al loro riconoscimento conclusa il 1° luglio 1985. L'Albania, invece, non solo non ha ratificato questa convenzione internazionale, ma la sua legislazione nazionale non è allineata con la Raccomandazione europea del 1994.

In recent decades there has been an increase in longevity as well as a higher interest in the intergeneration of business transfer within family. As a result, both European and national legislatures have been focusing on allowing this type of transfer before death. While the EU legislator has stimulated this approach through the Commission Recommendation of 7 December 1994 on the transfer of small and medium-sized enterprises (Rec. 94/1069/EC), the Italian legislature fulfilled it only in 2006. Unfortunately, Albania does not provide any exception to the absolute invalidation of succession contracts. This paper does not aim to provide an extensive analysis of the various forms of succession of family firms in these two countries. This scientific contribution rather applies a legal comparison and a case-law study to investigate the impact of EU law on the national legislation by only focusing on the application of European private international law perspective. The contribution underlines the different approaches between these two countries since Italy has harmonized its own legislation with the EU soft-law and it has also ratified the Convention on the Law Applicable to Trusts and their Recognition of 1 July 1985. On the contrary, Albania has not ratified this international treaty, and its legislation is not aligned with the Rec. 94/1069/EC.

Succession Contracts for Family Firms in Italy and Albania: a European Private International Law Approach

Raffaele Picaro
2022

Abstract

In recent decades there has been an increase in longevity as well as a higher interest in the intergeneration of business transfer within family. As a result, both European and national legislatures have been focusing on allowing this type of transfer before death. While the EU legislator has stimulated this approach through the Commission Recommendation of 7 December 1994 on the transfer of small and medium-sized enterprises (Rec. 94/1069/EC), the Italian legislature fulfilled it only in 2006. Unfortunately, Albania does not provide any exception to the absolute invalidation of succession contracts. This paper does not aim to provide an extensive analysis of the various forms of succession of family firms in these two countries. This scientific contribution rather applies a legal comparison and a case-law study to investigate the impact of EU law on the national legislation by only focusing on the application of European private international law perspective. The contribution underlines the different approaches between these two countries since Italy has harmonized its own legislation with the EU soft-law and it has also ratified the Convention on the Law Applicable to Trusts and their Recognition of 1 July 1985. On the contrary, Albania has not ratified this international treaty, and its legislation is not aligned with the Rec. 94/1069/EC.
Negli ultimi decenni si è assistito ad un aumento della longevità nonché ad un accresciuto interesse per la gestione delle imprese familiari dopo la morte del proprietario costitutivo. Di conseguenza, sia il legislatore europeo che quello nazionale si sono concentrati sul consentire la successione intergenerazionale delle imprese familiari. Mentre il legislatore europeo ha stimolato questo approccio attraverso la Raccomandazione della Commissione del 7 dicembre 1994 sulla successione nelle piccole e medie imprese (Rec. 94/1069/CE), il legislatore italiano ha introdotto nel 2006 la disciplina sul patto di famiglia. Il legislatore albanese non ha previsto invece nessuna eccezione alla nullità dei patti successori. Il presente contributo non si propone di fornire un'analisi esaustiva delle varie forme di successione delle imprese familiari in questi due Stati, bensì adopera un confronto giuridico e uno studio giurisprudenziale per indagare l'impatto del diritto europeo sulla legislazione nazionale concentrandosi esclusivamente sull'applicazione della prospettiva del diritto internazionale privato europeo. Questo saggio scientifico evidenzia i diversi approcci tra questi due paesi sottolineando il fatto che l'Italia ha armonizzato la propria legislazione con la Rec. 94/1069/CE, oltre ad avere ratificato la Convenzione relativa alla legge applicabile ai trust ed al loro riconoscimento conclusa il 1° luglio 1985. L'Albania, invece, non solo non ha ratificato questa convenzione internazionale, ma la sua legislazione nazionale non è allineata con la Raccomandazione europea del 1994.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11591/475868
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact