​L’. A. osserva come a 20 anni dalla entrata in vigore del d.lg.s 231/01 gli strumenti di compliance si siano moltiplicati (anche nel diritto penale) ponendo al centro dell’agire di impresa l’immagine della auto-regolamentazione. I modelli in conformità sono aumentati interessando svariati settori: dal d.lgs. 81/2008 in materia di tutela della salute e della sicurezza alla disciplina antiriciclaggio, ai sensi del d.lgs. 231/200 7, alla tutela dell’ambiente, al tema della protezione della privacy. Ancora, il rating di legalità previsto dall’art. 5 ter del d.l. 1/2012, la gestione del rischio fiscale o regime di adempimento collaborativo - disciplinato dagli artt. 3 e ss del d. lgs. 128 del 2015, o ancora, gli strumenti offerti dal nuovo codice doganale dell’Unione (Regolamento n. 953 el 2013). Da ultimo, con il Codice delle imprese e dell’insolvenza, il principio di correttezza organizzativa è definitivamente clausola generale della buona gestione aziendale. In presenza di una realtà multiforme e multidirezionale, si pone l’esigenza di ri-pensare i Modelli organizzativi 231.

L'impetuosa avanzata della compliance. La 231/01 ha compiuto 20 anni.

A. Esposito
2021

Abstract

​L’. A. osserva come a 20 anni dalla entrata in vigore del d.lg.s 231/01 gli strumenti di compliance si siano moltiplicati (anche nel diritto penale) ponendo al centro dell’agire di impresa l’immagine della auto-regolamentazione. I modelli in conformità sono aumentati interessando svariati settori: dal d.lgs. 81/2008 in materia di tutela della salute e della sicurezza alla disciplina antiriciclaggio, ai sensi del d.lgs. 231/200 7, alla tutela dell’ambiente, al tema della protezione della privacy. Ancora, il rating di legalità previsto dall’art. 5 ter del d.l. 1/2012, la gestione del rischio fiscale o regime di adempimento collaborativo - disciplinato dagli artt. 3 e ss del d. lgs. 128 del 2015, o ancora, gli strumenti offerti dal nuovo codice doganale dell’Unione (Regolamento n. 953 el 2013). Da ultimo, con il Codice delle imprese e dell’insolvenza, il principio di correttezza organizzativa è definitivamente clausola generale della buona gestione aziendale. In presenza di una realtà multiforme e multidirezionale, si pone l’esigenza di ri-pensare i Modelli organizzativi 231.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11591/453661
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact