Democrazia crepuscolare e diritto vivente