Maggioranze rafforzate e principio di “autoprotezione”. Note sull’interpretazione degli statuti secondo comune intenzione e buona fede