Astenersi dall'agorà. Analogie istituzionali tra Tebe e Sparta