Matrimonio di coscienza, accordi di convivenza e libertà religiosa: alcune considerazioni ora per allora