Introduzione: L’emicrania è un disturbo molto frequente in età evolutiva con una prevalenza del 2-5% in età prescolare e del 10% tra i prepuberi, dalla eziologia multifattoriale e con numerosi fattori capaci di incrementarne la frequenza e l’intensità, situazione in cui gioca un ruolo preponderante la famiglia. Scopo dello studio è valutare l’assetto di personalità delle madri di bambini affetti da emicrania senz’aura (EsA). Materiali e metodi: La popolazione in esame è composta da 21 bambini (11 M e 10 F; età media 8,4±1,8), affetti da EsA secondo i criteri ICHD-II con frequenza media mensile di 15,48 attacchi (SD 5,32) e intensità allaVAS di 7,14 (SD 0,85). Alle madri di tali soggetti è stato somministrato il test MMPI-2 e sono state considerate solo le scale di base (alfa di Cronbach = 0,91) e quelle di contenuto (alfa di Cronbach = 0,87). Le Scale di base sono composte dalle subscale: Hs (Ipocondria), D (Depressione); Hy (Isteria); Pd (Deviazioni psicopatiche); Mf (Mascolinità-femminilità); Pa (Paranoide); Pt (Psicoastenia); Sc (Schizofrenia); Ma (Mania); Si (Introversione sociale). Le Scale di contenuto comprendono: Anx (Ansia); Frs (Paure); Obs (Ossessività); Dep (Depressione); Hea (Preoccupazioni per la salute); Biz (Pensiero bizzarro); Ang (Rabbia); Cyn (Cinismo); Asp (Comportamenti antisociali); Tpa (Tipo A): soggetti del Tipo A; Lse (Bassa autostima); Sod (Disagio sociale); Fam (Problemi familiari); Wrk (Difficoltà sul lavoro); Trt (Indicatori negativi di trattamento). Il gruppo di controllo è costituito da 48 madri di bambini sani, sovrapponibili per scolarità ed età. Per valutare le differenze statistiche e la relativa significatività è stato effettuato il t-test e la correzione di Bonferroni. Risultati: Le differenze significative tra i profili di personalità delle madri dei soggetti emicranici si evidenziano nelle scale Anx (p=0,0079), Hea (p=0,0217), Cyn (p=0,0045), Lse (p=0,0029),Wrk (p=0,0096) e correlazione anche per i parametri di frequenza (Anx r=,371, p=,002; Lse r=,441, p=,000;Wrk r=.315, p=,008) e intensità (Anx r=,404, p=,001; Lse r=,433, p=,000; Wrk r=,406, p=,001). Discussione e conclusioni: I risultati ottenuti evidenziano come le madri dei bambini emicranici tendano ad avere un profilo differente rispetto alle madri dei controlli, sottolineando un atteggiamento di base ansioso, soprattutto per quanto riguarda i problemi relativi alla salute. Interessante è poi la correlazione con frequenza e intensità, che suggerisce un ruolo dell’assetto di personalità materno nella dispercezione della sintomatologia algica del bambino.

Profilo di personalità delle madri di bambini emicranici

ESPOSITO, Maria;UMANO GR;CAROTENUTO, Marco
2010

Abstract

Introduzione: L’emicrania è un disturbo molto frequente in età evolutiva con una prevalenza del 2-5% in età prescolare e del 10% tra i prepuberi, dalla eziologia multifattoriale e con numerosi fattori capaci di incrementarne la frequenza e l’intensità, situazione in cui gioca un ruolo preponderante la famiglia. Scopo dello studio è valutare l’assetto di personalità delle madri di bambini affetti da emicrania senz’aura (EsA). Materiali e metodi: La popolazione in esame è composta da 21 bambini (11 M e 10 F; età media 8,4±1,8), affetti da EsA secondo i criteri ICHD-II con frequenza media mensile di 15,48 attacchi (SD 5,32) e intensità allaVAS di 7,14 (SD 0,85). Alle madri di tali soggetti è stato somministrato il test MMPI-2 e sono state considerate solo le scale di base (alfa di Cronbach = 0,91) e quelle di contenuto (alfa di Cronbach = 0,87). Le Scale di base sono composte dalle subscale: Hs (Ipocondria), D (Depressione); Hy (Isteria); Pd (Deviazioni psicopatiche); Mf (Mascolinità-femminilità); Pa (Paranoide); Pt (Psicoastenia); Sc (Schizofrenia); Ma (Mania); Si (Introversione sociale). Le Scale di contenuto comprendono: Anx (Ansia); Frs (Paure); Obs (Ossessività); Dep (Depressione); Hea (Preoccupazioni per la salute); Biz (Pensiero bizzarro); Ang (Rabbia); Cyn (Cinismo); Asp (Comportamenti antisociali); Tpa (Tipo A): soggetti del Tipo A; Lse (Bassa autostima); Sod (Disagio sociale); Fam (Problemi familiari); Wrk (Difficoltà sul lavoro); Trt (Indicatori negativi di trattamento). Il gruppo di controllo è costituito da 48 madri di bambini sani, sovrapponibili per scolarità ed età. Per valutare le differenze statistiche e la relativa significatività è stato effettuato il t-test e la correzione di Bonferroni. Risultati: Le differenze significative tra i profili di personalità delle madri dei soggetti emicranici si evidenziano nelle scale Anx (p=0,0079), Hea (p=0,0217), Cyn (p=0,0045), Lse (p=0,0029),Wrk (p=0,0096) e correlazione anche per i parametri di frequenza (Anx r=,371, p=,002; Lse r=,441, p=,000;Wrk r=.315, p=,008) e intensità (Anx r=,404, p=,001; Lse r=,433, p=,000; Wrk r=,406, p=,001). Discussione e conclusioni: I risultati ottenuti evidenziano come le madri dei bambini emicranici tendano ad avere un profilo differente rispetto alle madri dei controlli, sottolineando un atteggiamento di base ansioso, soprattutto per quanto riguarda i problemi relativi alla salute. Interessante è poi la correlazione con frequenza e intensità, che suggerisce un ruolo dell’assetto di personalità materno nella dispercezione della sintomatologia algica del bambino.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11591/218571
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact