Lo scopo di questo lavoro è di analizzare il ruolo dei fattori di personalità nelle performance ad un compito computerizzato di abilità spaziali, assunta come, misuracriterio in un gruppo di controllori di volo in formazione. Hanno partecipato alla ricerca 152 soggetti (137 maschi e 15 femmine), di età compresa tra i 17 e i 23 anni. Nella prima fase della ricerca ai soggetti sono state somministrate le seguenti misure: le Matrici Progressive (PM38) di Raven, il Group Embedded Figures Test (GEFT), il Sixteen Personality Factors (16 PF) di Cattell, lo State-Trait Anxiety Inventory (S.T.A.I.), la Scala di controllo interno-esterno (I-E) di Rotter, e il Coping Inventory for Stressful Situations (CISS). In una seconda fase ai soggetti è stato chiesto di sottoporsi ad una prova di abilità spaziali, composta da 58 item, che era effettuata al computer. I punteggi riportati ai test carta e matita sono stati sottoposti ad analisi fattoriale. L’analisi ha posto in luce cinque fattori che sono stati denominati, rispettivamente: basse abilità cognitive e intelligenza, Dipendenza, Dominanza, Evitamento e Stabilità emotiva. Una regressione multipla step-wise dei punteggi riportati sulle cinque dimensioni sulle performance alla prova computerizzata di abilità spaziali ha mostrato che l’intelligenza, l’indipendenza e la dominanza forniscono un contributo importante nel predire il successo nel compito di abilità spaziali. I risultati indicano che le abilità spaziali non dipendono solo dalle capacità cognitive, ma anche da alcune caratteristiche di personalità.

Fattori cognitivi e fattori di personalità nel controllo del traffico aereo: osservazioni preliminari su allievi in formazione

NIGRO, Giovanna;SENESE, Vincenzo Paolo;SERGI, Ida
2001

Abstract

Lo scopo di questo lavoro è di analizzare il ruolo dei fattori di personalità nelle performance ad un compito computerizzato di abilità spaziali, assunta come, misuracriterio in un gruppo di controllori di volo in formazione. Hanno partecipato alla ricerca 152 soggetti (137 maschi e 15 femmine), di età compresa tra i 17 e i 23 anni. Nella prima fase della ricerca ai soggetti sono state somministrate le seguenti misure: le Matrici Progressive (PM38) di Raven, il Group Embedded Figures Test (GEFT), il Sixteen Personality Factors (16 PF) di Cattell, lo State-Trait Anxiety Inventory (S.T.A.I.), la Scala di controllo interno-esterno (I-E) di Rotter, e il Coping Inventory for Stressful Situations (CISS). In una seconda fase ai soggetti è stato chiesto di sottoporsi ad una prova di abilità spaziali, composta da 58 item, che era effettuata al computer. I punteggi riportati ai test carta e matita sono stati sottoposti ad analisi fattoriale. L’analisi ha posto in luce cinque fattori che sono stati denominati, rispettivamente: basse abilità cognitive e intelligenza, Dipendenza, Dominanza, Evitamento e Stabilità emotiva. Una regressione multipla step-wise dei punteggi riportati sulle cinque dimensioni sulle performance alla prova computerizzata di abilità spaziali ha mostrato che l’intelligenza, l’indipendenza e la dominanza forniscono un contributo importante nel predire il successo nel compito di abilità spaziali. I risultati indicano che le abilità spaziali non dipendono solo dalle capacità cognitive, ma anche da alcune caratteristiche di personalità.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11591/186969
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact