Solitamente, col termine crisi i sociologi non si riferiscono a difficoltà congiunturali interne ad un sistema, ma ad una tensione strutturale così grande che l’unico risultato possibile è la scomparsa del sistema in quanto tale. Come ha messo in luce Immanuel Wallerstein, questo può accadere o mediante un processo di graduale disintegrazione, che conduce in direzioni imprevedibili, o mediante un processo di trasformazione relativamente controllata, che va verso la costituzione di un nuovo “ordine”. In questo senso, una crisi è, per definizione, una transizione, e le transizioni sistemiche tendono ad essere necessariamente di durata medio-lunga . Il sistema entro cui noi tutti viviamo – che è fondamentalmente un’economia-mondo capitalistica con a fianco diverse microeconomie di mercato – è in transizione verso qualcos’altro. Al momento, però, non vi sono tentativi politici seri per avviare un processo di trasformazione relativamente controllata della crisi stessa. Siamo in transizione, ma brancoliamo nel buio e non sappiamo neanche minimamente in cosa consisterà questo qualcos’altro.

Sulla crisi del sistema-mondo

Volpe A.
2022

Abstract

Solitamente, col termine crisi i sociologi non si riferiscono a difficoltà congiunturali interne ad un sistema, ma ad una tensione strutturale così grande che l’unico risultato possibile è la scomparsa del sistema in quanto tale. Come ha messo in luce Immanuel Wallerstein, questo può accadere o mediante un processo di graduale disintegrazione, che conduce in direzioni imprevedibili, o mediante un processo di trasformazione relativamente controllata, che va verso la costituzione di un nuovo “ordine”. In questo senso, una crisi è, per definizione, una transizione, e le transizioni sistemiche tendono ad essere necessariamente di durata medio-lunga . Il sistema entro cui noi tutti viviamo – che è fondamentalmente un’economia-mondo capitalistica con a fianco diverse microeconomie di mercato – è in transizione verso qualcos’altro. Al momento, però, non vi sono tentativi politici seri per avviare un processo di trasformazione relativamente controllata della crisi stessa. Siamo in transizione, ma brancoliamo nel buio e non sappiamo neanche minimamente in cosa consisterà questo qualcos’altro.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11591/477048
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact