Le ricerche archeologiche condotte al di sotto dell'attuale complesso di Santa Maria delle Grazie ha consentito di mettere a fuoco le questioni inerenti all'antica basilica paleocristiana dei ss. Stefano ed Agata, le cui vestigia sono in parte conservate al di sotto dell'impianto moderno. Le ricerche di cui sopra aggiungono un tassello importante alle questioni sulla pittura altomedievale nell'area del ducato di Benevento, oggetto di pionieristici studi da parte di Hans Belting,

Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Basilica dei Santi Stefano e Agata

Nicola Busino
Membro del Collaboration Group
2021

Abstract

Le ricerche archeologiche condotte al di sotto dell'attuale complesso di Santa Maria delle Grazie ha consentito di mettere a fuoco le questioni inerenti all'antica basilica paleocristiana dei ss. Stefano ed Agata, le cui vestigia sono in parte conservate al di sotto dell'impianto moderno. Le ricerche di cui sopra aggiungono un tassello importante alle questioni sulla pittura altomedievale nell'area del ducato di Benevento, oggetto di pionieristici studi da parte di Hans Belting,
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11591/455721
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact