Contributo di Christian Gottlob Heyne (1729-1812) alla costituzione della fiologia classica come Altertumswissenschaft. Si esamina soprattutto la Eibnleitung in das Studium der Antike (1772) di Heyne, in paragone ad altri scritti sullo 'studio' dell'antichità classica, nei quali ci si interroga sull'oggetto e sul valore dello studio dell'antichità, e si prelude alle 'enciclopedie' dell'antichità scritte tra il XVIII e XIX sec, a partire da Friech August Wolf

Das "Studium der Antike" von Heyne bis Boeckh

Fornaro Sotera
2013

Abstract

Contributo di Christian Gottlob Heyne (1729-1812) alla costituzione della fiologia classica come Altertumswissenschaft. Si esamina soprattutto la Eibnleitung in das Studium der Antike (1772) di Heyne, in paragone ad altri scritti sullo 'studio' dell'antichità classica, nei quali ci si interroga sull'oggetto e sul valore dello studio dell'antichità, e si prelude alle 'enciclopedie' dell'antichità scritte tra il XVIII e XIX sec, a partire da Friech August Wolf
Fornaro, Sotera
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11591/452485
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact