L'articolo mette in evidenza come il nuovo assetto della pianificazione paesistica, che nel codice del paesaggio è concepita come una pianificazione Stato - regioni, sia coerente con la tradizione giuridica e culturale italiana in materia di paesaggio e con la nozione di paesaggio che si ricava nel codice del paesaggio e lega questo ultimo strumento di tutela con la traduzione italiana in materia di tutela di paesaggio, che va da Croce a Bottai

Paesaggio e Costituzione. Riflessioni a margine della co-pianificazione Stato-regioni in materia paesaggistica

C. iannello
2018

Abstract

L'articolo mette in evidenza come il nuovo assetto della pianificazione paesistica, che nel codice del paesaggio è concepita come una pianificazione Stato - regioni, sia coerente con la tradizione giuridica e culturale italiana in materia di paesaggio e con la nozione di paesaggio che si ricava nel codice del paesaggio e lega questo ultimo strumento di tutela con la traduzione italiana in materia di tutela di paesaggio, che va da Croce a Bottai
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11591/403292
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact