L’esplorazione della produzione architettonica rinascimentale in Campania restituisce un catalogo costituito da numerosi fabbricati di considerevole interesse storico e artistico sebbene, in molti casi, sostanzialmente alterati dagli inevitabili rimaneggiamenti avvenuti nel corso dei secoli. Si analizzano, nel presente studio, tre edifici campani – palazzo Sanseverino a Napoli, palazzo dei Tufi a Lauro, palazzo Sicola a Napoli – accomunati dalla particolarità dei paramenti murari esterni, rivestiti di bugne lapidee a punta di diamante, attraverso lo studio di fonti archivistiche, bibliografiche e iconografiche, collocandoli tra gli esempi di maggiore significato dell’architettura civile rinascimentale italiana.

Palazzi dei diamanti campani

SERRAGLIO, Riccardo
2007

Abstract

L’esplorazione della produzione architettonica rinascimentale in Campania restituisce un catalogo costituito da numerosi fabbricati di considerevole interesse storico e artistico sebbene, in molti casi, sostanzialmente alterati dagli inevitabili rimaneggiamenti avvenuti nel corso dei secoli. Si analizzano, nel presente studio, tre edifici campani – palazzo Sanseverino a Napoli, palazzo dei Tufi a Lauro, palazzo Sicola a Napoli – accomunati dalla particolarità dei paramenti murari esterni, rivestiti di bugne lapidee a punta di diamante, attraverso lo studio di fonti archivistiche, bibliografiche e iconografiche, collocandoli tra gli esempi di maggiore significato dell’architettura civile rinascimentale italiana.
Serraglio, Riccardo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11591/225791
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact