Il mobile come oggetto comunicativo