Commento all’ Art. 52, Concorso dei creditori