Un’esperienza in tema di difetto di potestas iudicandi degli arbitri