A partire dallo studio delle fonti sull'Esposizione Nazionale di Belle Arti del 1877 a Napoli si è proposta una ricognizione sullo stato delle arti contemporanee e della critica, soprattutto attraverso la stampa periodica, che ha messo a fuoco l'importanza rivestita dalle arti applicate in relazione alla formazione di nuovi nuclei museali e, per la prima volta, la figura di critici come Michele Uda, Rocco de Zerbi, Yorik, interpreti acuti dei fenomeni di trasformazione in atto.

L'Esposizione nazionale di belle Arti a Napoli nel 1877: echi di critica nella stampa periodica intorno alle arti applicate

SALVATORI, Gaia
2004

Abstract

A partire dallo studio delle fonti sull'Esposizione Nazionale di Belle Arti del 1877 a Napoli si è proposta una ricognizione sullo stato delle arti contemporanee e della critica, soprattutto attraverso la stampa periodica, che ha messo a fuoco l'importanza rivestita dalle arti applicate in relazione alla formazione di nuovi nuclei museali e, per la prima volta, la figura di critici come Michele Uda, Rocco de Zerbi, Yorik, interpreti acuti dei fenomeni di trasformazione in atto.
Salvatori, Gaia
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11591/167118
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact