Stazioni della prima metà del ‘900 tra rappresentatività pubblica e ridisegno urbano