"La S-adenosilmetionina (indicata con l'acronimo AdoMet o SAM) è uno dei composti più versatili in natura; essa infatti esplica. una serie di azioni biochimiche tra le quali le più note sono quelle relative alla biosintesi delle poliammine e alle reazioni di. transmetilazione (1). In conseguenza dei molteplici e complessi ruoli dell'AdoMet, sono stai attribuiti alla molecola una serie di. effetti farmacologici fra i quali l'azione antiinfiammatoria, antidepressiva e analgesica (1).. . Nell' ultimo decennio è stato dimostrato che la AdoMet possiede proprietà antiproliferative. Infatti il composto di solfonio. inibisce la risposta proliferativa in cellule di carcinoma del colon (2,3) e del fegato (1), ed è pro-apoptotica in cellule di. epatocarcinoma agendo sull'espressione di Bcl-xs (4). . . Partendo dai dati presenti in letteratura, lo scopo del nostro lavoro è quello di studiare l'effetto antiproliferativo della AdoMet su. alcune linee di carcinoma della mammella e la sua interazione farmacologica con farmaci antitumorali quali Sorafenib,. Doxorubicina e Panobinostat (LBH). . . Il sistema sperimentale utilizzato è rappresentato dalle linee cellulari MDA-MB436, MDA-MB468, MDA-MB231, CG5 e MCF-. 7. I test di vitalità cellulare sono stati condotti mediante saggi MTT dopo trattamento con i singoli farmaci o le combinazioni. farmacologiche. I dati ottenuti sono stati poi elaborati con un programma dedicato, il CalcuSyn (Chou e Talalay, Biosoft,. Oregon, USA) che partendo dai risultati sperimentali di inibizione proliferativa, ha consentito di valutare i diversi gradi di effetto. sinergico. La valutazione dell'apoptosi e dello stress ossidativo è stata effettuata mediante analisi citofluorimetrica dopo doppia. marcatura delle cellule con Annessina-V e ioduro di propidio e dopo trattamento con idroetidina, rispettivamente. La valutazione. dell'autofagia è stata effettuata con marcatura con monodandilcadaverina e valutazione citofluorimetrica della fluorescenza. associata.. . I risultati ottenuti hanno dimostrato il maggiore effetto sinergico in seguito a trattamento combinato con SAM-Doxorubicina. sulle linee cellulari CG5 e MCF-7. Tali effetti avvenivano in parallelo ad un potenziamento dell'apoptosi, stress ossidativo e. autofagia. I risultati ottenuti evidenziano l'importanza dell'effetto sinergico della SAM con la Doxorubicina nella regolazione. della proliferazione cellulare del carcinoma mammario.. "

LA S-ADENOSILMETIONINA SINERGIZZZA CON LA DOXORUBICINA NELLA INIBIZIONE PROLIFERATIVA DI CELLULE DI CARCINOMA MAMMARIO ATTRAVERSO L'INDUZIONE DI PROGRAMMI DI MORTE CELLULARE PROGRAMMATA

PORCELLI, Marina;CARAGLIA, Michele;CACCIAPUOTI, Giovanna;
2013

Abstract

"La S-adenosilmetionina (indicata con l'acronimo AdoMet o SAM) è uno dei composti più versatili in natura; essa infatti esplica. una serie di azioni biochimiche tra le quali le più note sono quelle relative alla biosintesi delle poliammine e alle reazioni di. transmetilazione (1). In conseguenza dei molteplici e complessi ruoli dell'AdoMet, sono stai attribuiti alla molecola una serie di. effetti farmacologici fra i quali l'azione antiinfiammatoria, antidepressiva e analgesica (1).. . Nell' ultimo decennio è stato dimostrato che la AdoMet possiede proprietà antiproliferative. Infatti il composto di solfonio. inibisce la risposta proliferativa in cellule di carcinoma del colon (2,3) e del fegato (1), ed è pro-apoptotica in cellule di. epatocarcinoma agendo sull'espressione di Bcl-xs (4). . . Partendo dai dati presenti in letteratura, lo scopo del nostro lavoro è quello di studiare l'effetto antiproliferativo della AdoMet su. alcune linee di carcinoma della mammella e la sua interazione farmacologica con farmaci antitumorali quali Sorafenib,. Doxorubicina e Panobinostat (LBH). . . Il sistema sperimentale utilizzato è rappresentato dalle linee cellulari MDA-MB436, MDA-MB468, MDA-MB231, CG5 e MCF-. 7. I test di vitalità cellulare sono stati condotti mediante saggi MTT dopo trattamento con i singoli farmaci o le combinazioni. farmacologiche. I dati ottenuti sono stati poi elaborati con un programma dedicato, il CalcuSyn (Chou e Talalay, Biosoft,. Oregon, USA) che partendo dai risultati sperimentali di inibizione proliferativa, ha consentito di valutare i diversi gradi di effetto. sinergico. La valutazione dell'apoptosi e dello stress ossidativo è stata effettuata mediante analisi citofluorimetrica dopo doppia. marcatura delle cellule con Annessina-V e ioduro di propidio e dopo trattamento con idroetidina, rispettivamente. La valutazione. dell'autofagia è stata effettuata con marcatura con monodandilcadaverina e valutazione citofluorimetrica della fluorescenza. associata.. . I risultati ottenuti hanno dimostrato il maggiore effetto sinergico in seguito a trattamento combinato con SAM-Doxorubicina. sulle linee cellulari CG5 e MCF-7. Tali effetti avvenivano in parallelo ad un potenziamento dell'apoptosi, stress ossidativo e. autofagia. I risultati ottenuti evidenziano l'importanza dell'effetto sinergico della SAM con la Doxorubicina nella regolazione. della proliferazione cellulare del carcinoma mammario.. "
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11591/322066
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact