Utilizzo del litio nella pratica clinica: il farmaco “dimenticato”?