Le elezioni dei santi patroni nella Napoli d’età moderna nascevano in contesti di lotta tra le diverse fazioni aristocratichei. Il caso di San Francesco di Paola, eletto patrono della città nel 1629, evidenzia l’azione politica portata avanti da un gruppo nobiliare filofrancese, tra cui spiccano i Carafa. La chiesa di San Luigi, luogo di culto del santo, era, infatti, stato punto di riferimento di alcune famiglie uscite sconfitte dal tentativo di Papa Paolo IV di opporsi all’egemonia spagnola.

Ipotesi politiche sulla elezione di San Francesco di Paola a patrono di Napoli (1625-1628)

SODANO, Giulio
2008

Abstract

Le elezioni dei santi patroni nella Napoli d’età moderna nascevano in contesti di lotta tra le diverse fazioni aristocratichei. Il caso di San Francesco di Paola, eletto patrono della città nel 1629, evidenzia l’azione politica portata avanti da un gruppo nobiliare filofrancese, tra cui spiccano i Carafa. La chiesa di San Luigi, luogo di culto del santo, era, infatti, stato punto di riferimento di alcune famiglie uscite sconfitte dal tentativo di Papa Paolo IV di opporsi all’egemonia spagnola.
9788889946398
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11591/205738
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact