Risposta organo-specifica alla 3,5 diiodotironina (T2); un possibile coinvolgimento della proteina chinasi attivata dall’AMP (AMPK)