Sulla stabilità dell'equilibrio nei corpi rigidi