Dalla dissoluzione del linguaggio classico alla "renovatio" carolingia e ottoniana