Aggressività eterodiretta in psichiatria. Riconoscimento e gestione