Adolfo Avena è uno dei protagonisti del dibattito architettonico che ha interessato Napoli dal 1884 fino agli anni trenta del Novecento. Come Lamont Young, coglie appieno il ruolo che hanno i trasporti pubblici nel decongestionare la città, progettando, in sintonia con i tempi, funicolari aeree con strutture in ferro. Nel ruolo di primo Soprintendente ai monumenti dell’Italia meridionale, restaura, tra l’altro, l’Arco di Trionfo di Castelnuovo. Progetta, infine, edifici di gusto eclettico, avvicinandosi anche alle suggestioni dell’architettura floreale.

Avena architetto

DE FALCO, Carolina;
1991

Abstract

Adolfo Avena è uno dei protagonisti del dibattito architettonico che ha interessato Napoli dal 1884 fino agli anni trenta del Novecento. Come Lamont Young, coglie appieno il ruolo che hanno i trasporti pubblici nel decongestionare la città, progettando, in sintonia con i tempi, funicolari aeree con strutture in ferro. Nel ruolo di primo Soprintendente ai monumenti dell’Italia meridionale, restaura, tra l’altro, l’Arco di Trionfo di Castelnuovo. Progetta, infine, edifici di gusto eclettico, avvicinandosi anche alle suggestioni dell’architettura floreale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11591/159170
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact