Intentio auctoris. Segni di continuità tra giurisprudenza oracolare e giustizia razionale